Nenernet’s Weblog

Archive for marzo 2011

Questo libro affronta lo studio del turismo tramite un approccio sistemico, evidenziando il forte legame con le comunità locali in cui è inserito e in cui si trovano a operare i diversi attori del settore; un metodo innovativo che permette di rappresentare la complessità del fenomeno turistico e di riflettere sulle sue prospettive di crescita, strettamente connesse con lo sviluppo del territorio.

In particolare, viene presentata una panoramica aggiornata e completa delle organizzazioni attive nel sistema turistico nazionale: gli attori pubblici (Stato ed enti locali), le organizzazioni private (strutture ricettive e intermediari), gli organismi di rappresentanza di imprenditori e lavoratori, le organizzazioni del turismo sociale.

Il testo, realizzato con la collaborazione di esperti che svolgono funzioni operative nel settore del turismo, risulta una visione d’insieme organica e aggiornata, utile sia agli studenti, sia agli amministratori pubblici e agli operatori del settore.Contenuti in breve Le organizzazioni pubbliche del sistema turistico Le organizzazioni private del sistema turistico Le organizzazioni sociali del sistema turistico Le organizzazioni di rappresentanza del sistema turistico Flavio Sangalli ha sviluppato un’esperienza trentennale nell’attività di consulenza, ricerca e formazione per le organizzazioni turistiche, cooperative e di rappresentanza ed è autore di numerose pubblicazioni su questi temi.

È docente di Organizzazione aziendale nel corso di laurea in Scienze del Turismo e Comunità locale dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e nel Master di Economia della cooperazione dell’Università di Bologna.Con contributi di Paolo Miranda Gianfranco Suma Emilio Valdameri

Fonte:
http://www.apogeonline.com/libri/88-503-2606-8/scheda

E sempre più spesso le strade e le stazioni di Ventimiglia e Bordighera si popolano di clochard, persone di passaggio o senza fissa dimora, profughi: in totale almeno una settantina di persone che ogni sera si preparano per trascorrere la notte all’addiaccio

Il progetto, finanziato anche dalla Regione Liguria e dal Distretto Socio Sanitario ventimigliese, prevede l’utilizzo di un’auto della Caritas, che sarà riconoscibile grazie a targhe apposte ai lati dell’autovettura, con a bordo un educatore ed un volontario dell’associazione che distribuiranno coperte, vestiario (guanti, sciarpe, cappelli), bevande calde e qualche snack in favore di persone senza dimora che pernottano per strada.

IL risultato sono anche gli atti di vandalismo che avvengono in queste stazioni prive di telecamere di controllo e di protezione alcuna verso i viaggiatori!

Per lo stesso motivo usa la tua casella di mail che sei certo funzionare: una volta effettuata la registrazione ti sarà inviata una email di conferma con un un link di attivazione.

Fonte:
http://www.ilsecoloxix.it/p/imperia/2011/03/04/AOuRdQC-dormitorio_poveri_stazione.shtml