Nenernet’s Weblog

Archive for Mag 2013

Posted on: Mag 8, 2013

Sfumata l’ipotesi della vendita in blocco delle dieci testate che l’editore del Corriere della Sera ha deciso di dismettere, e la cui vendita sarebbe avvenuta comunque a valore negativo per Rcs – vista la richiesta di ‘doti’ finanziarie per liberarsi delle testate -, punta ora sull’opzione della cessione per singola testata entro il 30 giugno, altrimenti in quella data verranno chiuse.Lo hanno riferito fonti vicine alla situazione spiegando che l’azienda ha comunicato al cdr dei periodici del gruppo che, a fronte delle manifestazioni ricevute, la strada della vendita in blocco “non è stata ritenuta adeguata dal cda”.

Le dieci testate (Novella 2000, A, Astra, Visto, Max, Bravacasa, Ok Salute, L’Europeo, Yacht & Sail e il polo dell’enigmistica) che il gruppo di via Solferino aveva annunciato a febbraio di voler vendere oppure chiudere impiegano complessivamente 110 dipendenti, di cui 90 giornalisti.Sempre dai sindacati è emerso che Rcs ha deciso un nuovo assetto organizzativo che prevede la creazione di un unico comparto editoriale denominato ‘Media Publishing’, in cui confluiscono le divisioni Quotidiani e Periodici.

Il nuovo assetto organizzativo, che non riguarda la divisione Libri, prevede anche la creazione di una divisione o business unit Pubblicità, e di una denominata Operation, in cui vengono accorpate tutte le attività Rcs che riguardano la gestione dei fornitori, degli stabili del gruppo e delle infrastrutture.Mentre – alla notizia della chiusura dei periodici – è cresciuta la protesta dei giornalisti, sono emersi aggiornamenti nella compagine azionara del gruppo.

Sempre da Palazzo Mezzanotte, invece, il numero uno di Unicredit, Federico Ghizzoni, ha detto di non aver “avuto nessuna notizia in merito” alla rinegoziazione del debito nei confronti di Piazza Cordusio.

 Fonte:  repubblica.it /economia/finanza/2013/05/06/news/rcs_periodici_in_vendit a_singolarmente_oppure_chiusi_entro_la_fine_di_giugno-58182347/?rss

A lanciare l’avvertimento è il Dipartimento nazionale di Protezione civile, che ha ‘emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse”

A lanciare l’avvertimento, da Roma, e’ il Dipartimento nazionale di Protezione civile, che ha ‘emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le regioni coinvolte’.

Nella nota della Protezione civile si legge che ‘un sistema di bassa pressione che sta interessando gran parte dell’Europa occidentale, determinera’, a partire da domani, condizioni di spiccata instabilita’ su tutto il nord Italia’.

Il dipartimento di Protezione civile ‘continuera’ a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile’.

 Fonte:  http://www.ilrestodelcarlino.it /bologna/cronaca/2013/04/26/879680-meteo-emilia-romagna-maltempo-temporali-vento.shtml