Nenernet’s Weblog

Archive for the ‘news archives’ Category

Police found the bible in the remote Sicilian farmhouse where Provenzano was arrested in April 2006 after 40 years on the run.

“I found one upright man among a thousand, but not one upright woman among them all,” is copied in capital letters in the margin above a passage from Ecclesiastes, showing an apparent mysogynist streak.

Prosecutors in the Sicilian capital, Palermo, have also sought help from a theologian, a mathematician and a information technology expert to help them decipher the annotations.

“This is a small but positive attempt to re-focus attention on the tricky fight against the mafia, ” he says, explaining why he has posted the pages to his blog.

Fonte:
http://www.adnkronos.com/AKI/English/CultureAndMedia/?id=3.1.4001030

Su , dunque, non smetterete di essere aggiornati in tempo reale su tutto quello che accade, sulla politica e sui temi del lavoro, sugli esteri e sullo sport, ma accanto alle notizie, alle interviste, agli speciali e a tutte le nostre iniziative troverete anche altro.Troverete degli ‘spazi di sosta’ dove fermarsi qualche minuto in più del solito, degli appuntamenti fissi ogni giorno della settimana, tutte le settimane, per riflettere e approfondire temi mai scontati.

Il mercoledì Unita.it apre una finestra sul mondo per raccontare gli in modo innovativo con contenuti originali e le voci, i e le immagini di volontari e Ong dai cinque continenti.Per capire l’oggi e il domani guarderemo anche indietro e ogni giovedì faremo un viaggio nello straordinario : in collaborazione con Stefano Balassone e la rivivremo i fatti grandi e piccoli della storia dal 1924 ad oggi.

E poi ancora i grandi fotografi che ci condurranno nel nostro archivio attraverso le loro storiche foto.Con il venerdì e l’avvicinarsi del week-end ci immergeremo nella innovativa sezione «»: articoli, in una nuova sezione dedicata alla cultura con innovativi filmati firmati dai nostri critici, poi corti teatrali e cinematografici e molto altro ancora per guardare con la lente della cultura la società in cui viviamo e magari capire qualcosa in più.

E poi si parte, con la sezione di http://www.unita.it, e una serie di reportage in giro per il mondo seguendo le note della musica: dalla Berlino di von Karajan alla Parigi di Bizet.Questo è solo l’inizio.

Fonte:
http://www.unita.it/index.php?section=news&idNotizia=93854

Zeus News è un notiziario dedicato a quanto avviene nel mondo di Internet, dell’informatica, delle nuove tecnologie e della telefonia fissa e mobile: non è un semplice amplificatore di comunicati stampa ma riserva ampio spazio ai commenti e alle riflessioni, proponendosi quale punto di osservazione libero e indipendente.

Come a suo tempo è già stato per le musicassette e il walkman, proprio il Dvd dovrebbe essere il più veloce a soccombere, per la sempre massiccia possibilità offerta dai contenuti multimediali online e digitali, dalle offerte sempre crescenti di tv satellitari, via cavo o broadband on demand: Blockbuster nel corso dei prossimi mesi un punto vendita ogni cinque.

Altro servizio destinato a venire meno sarebbe la telefonia fissa, sostituita sempre più dai telefoni cellulari, apparecchi orientati all’always on non solo per le telefonate ma per una gestione a 360 gradi delle proprie esigenze di connessione con il mondo: negli Usa se nel 2006 erano il 10,5% le famiglie che avevano optato per la sola telefonia cellulare, nel 2009 erano già divenute il 22,7%.

Ulteriori prodotti destinati a non esser più comprati sono i sistemi a petrolio per l’industria automobilistica, oggi orientata verso sistemi di alimentazione più efficienti e, sempre in tema di efficienza energetica, case, costruzioni e prodotti di ogni genere che non abbiano riguardo per l’ambiente e non strizzino l’occhio all’efficienza energetica.

Fonte:
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=11667&numero=999

Il 94% dei comuni liguri ha abitazioni in aree esposte a pericolo e in 7 comuni su 10 in queste aree sono presenti addirittura fabbricati industriali, con grave rischio non solo per le vite dei dipendenti ma anche per eventuali sversamenti di prodotti inquinanti nelle acque e nei terreni. Questo secondo i dati di «Ecosistema Rischio 2008», indagine di Legambiente e Protezione Civile dedicata al rischio idrogeologico. Solo due i comuni che hanno avviato interventi di delocalizzazione: Santa Margherita Ligure e Quiliano. Il 79% delle amministrazioni comunali prevede nel piano urbanistico vincoli all’edificazione delle zone in pericolo.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=297092