Nenernet’s Weblog

Archive for the ‘news sito web’ Category

Alla Spezia – afferma Patrizia Saccone, segretario provinciale Idv – il problema lavoro non è più procrastinabile e la prossima amministrazione dovrà impiegare tutte le sue risorse per creare nuove opportunità di ingresso al lavoro.

E’ quanto affermano il segretario provinciale Idv e il responsabile welfare e lavoro del partito, Maurizio Zipponi, che aggiungono: “In questa situazione insistere sulla modifica dell’articolo 18 sarebbe da parte del governo Monti, del tutto incomprensibile oltre che completamente sbagliato.

In questa situazione quello che bisogna fare non è regolare e facilitare le uscite dal mercato del lavoro: è farca entrare i giovani, è creare nuovi posti di lavoro.

Qualora l’attuale esecutivo intendesse invece continuare sulla linea dell’attacco all’articolo 18, noi dell’Italia dei valori ci opporremmo fermamente e diremmo al Paese che il governo, dopo aver tassato tutto il tassabile, aver tagliato le pensioni e aumentato la benzina, vuole oggi colpire gli ultimi diritti fondamentali dei lavoratori lasciando inalterati i privilegi di tutti quelli che fino ad oggi hanno fatto i furbi in Italia”.

Fonte:
http://www.cittadellaspezia.com/La-Spezia/Politica/Saccone-Idv-Si-metta-il-lavoro-al-100582.aspx

“Dopo il Natale 2010 il vecchio Consiglio Direttivo della Pro Loco si è reso conto che era diventato gravoso portare avanti sia le Giornate Massetane che Presepi d’Italia, allora con alcuni dei consiglieri storici abbiamo fondato questa nuova Associazione che si interessa solo della mostra Presepi d’Italia, mentre la Pro Loco ha eletto un consiglio tutto nuovo.

E poi, abbiamo un paese è bello come una cartolina di Natale che nei giorni della Mostra diventa magico, grazie ai fuochi accesi dai vecchi nelle piazze, alle nenie natalizie che si odono nei vicoli; la gente viene alla Mostra anche perché ritrova la magia di quel Natale di una volta che non si trova nei centri commerciali o al cinema.a

Il nuovo Presepe del Perugino che, su oltre 20 mq, riproduce in modo tridimensionale la ‘Adorazione dei Magi’ del divin pittore; infatti alle statue in cartapesta dello scorso anno si sono aggiunti tutti gli altri elementi del quadro, ad iniziare da una tela di 5×3 metri sulla quale la brava pittrice massetana Fabiola Fioretti ha riprodotto fedelmente tutto il paesaggio di fondo del famoso quadro.

C’è inoltre il Presepe di San Francesco, opera della nota scultrice Lina Osti, che lo scorso anno ha avuto grande successo a Bologna presso le Sette Chiese di Santo Stefano e che quest’anno l’autrice ha arricchito della chiesa di San Damiano, anch’essa di terracotta come tutti i 30 mq del presepe.

Fonte:
http://www.iltamtam.it/Generali/Turismo/A-Massa-Martana-un-Presepi-dItalia-da-dieci-.aspx

Dipana la matassa e contemporaneamente disegna una rete di culti disposta lungo soprattutto gli itinerari di pellegrinaggio e di transumanza il volume San Pellegrino tra mito e storia curato da Adelaide Trezzini, presidente dell’Association International Via Francigena, con una introduzione di Franco Cardini (Gangemi).I santi riconosciuti dalla Chiesa con questo nome sono pochi: il martire romano, ucciso nel 192 insieme a Eusebio, Ponziano e Vincenzo, o il «Peregrinus» primo vescovo di Auxerre (anche se le ricerche, pur riconoscendogli verità storica, tendono a negarne il ruolo) e martire nel 304.

E il «peregrinus», termine che indicava semplicemente lo sconosciuto (etimologicamente significa «straniero»), passa presto alla P maiuscola.Sant’Alessio e san Rocco sono dunque i portabandiera, dotati questi sì di identità, di uno stuolo di santi in tutta Italia, come i vari Geroldo, Gerardo, Contardo, Gerio, Gallo, Enrico (i nomi rivelano la provenienza nord europea), divenuti tali talvolta per le circostanze del viaggio.

Ma se questi godono di un culto locale, Pellegrino, in virtù di quel nome collettivo, diventa titolare privilegiato di ospizi e santuari in luoghi nevralgici su tutto il territorio nazionale.Roma tra l’VIII e il IX secolo, quando la tradizione del pellegrinaggio si fa sempre più solida, gioca un ruolo fondamentale.

Come nel caso di San Pellegrino in Alpe, in Garfagnana, sganciatosi ben presto dall’apostolo della Borgogna per strutturarsi attorno a un santo «autoctono»: Pellegrino, figlio di Romano re di Scozia, fattosi eremita sui monti tra Lucca e Modena.

Fonte:
http://www.avvenire.it/Chiesa/Quanti+santi+Pellegrini_201002260953369330000.htm

Milan comunica che i calciatori Ignazio Abate e Luca Antonini hanno prolungato i rispettivi contratti con la Società fino al 30 giugno 2014″.

Attraverso una nota sul proprio sito internet il club rossonero ha ufficializzato l’estensione del legame con i due esterni difensivi.

Sia Abate (ventotto anni da compiere a novembre) che Antonini, ventotto anni ad agosto, sono due elementi che con il tecnico della compagine meneghina, Leonardo, stanno trovando ampio spazio: il secondo, in modo particolare, in estate sembrava destinato a cambiare aria dopo una stagione in naftalina con Carlo Ancelotti.

Fonte:
http://www.sportal.it/news/news579223.html

Secondo l’associazione dei consumatori, si tratta di un vero e

proprio “aiuto di Stato”, e quindi illecito, a favore

dell’industria dell’audiovisivo e ai danni del mercato

togliere a uno per dare all’altro, alterando le logiche di una

corretta concorrenza; in base a questo ragionamento Altroconsumo si

è rivolto alla Commissione europea e in particolare al nuovo

titolare della direzione generale Concorrenza, Joaquin

o le console di videogame – che difficilmente o per niente

potrebbero essere usati per memorizzare copie private di musica o

l’amministratore delegato di Nokia Italia, Alessandro Mondini

Branzi, si dice “sconcertato” dal decreto e parla di tassa “iniqua

Fonte:
http://www.repubblica.it/tecnologia/2010/02/09/news/altroconsumo_tassa-2236008

I gestori non ci hanno rimesso più di tanto visto che si son fatti pure pagare e gli è andata pure bene visto cosa è stato trovato all’interno del locale.E questa è anche un’ennesima prova che purtroppo in Italia le legge non è uguale per tutti visto che molti locali sono stati chiusi per droga mentre il Muretto è ancora aperto e con lo stesso andazzo di prima.

commento inviato il 01-08-2009 alle 00:34 da Gabriele Testi I gestori di questi locali debbono soltanto obbedire Nei paesi più seri del nostro le lamentele di questi soggetti non troverebbero spazio e voce da nessuna parte, in questo caso le parti interessate sono i cittadini e non i gestori di questi locali, questi ultimi debbono soltanto obbedire e non opporre alcuna resistenza alle Forze dell’Ordine.

I gestori di discoteche e altro, da una parte li capisco, perché vedono questi controlli come un ostacolo per la clientela che di conseguenza evita di entrare in certi locali e di consumare visto che non è più libera di “sballarsi” come si deve!

commento inviato il 31-07-2009 alle 09:52 da Andrea bene forze dell’ordine e’ giustissimo che fate i controlli e insieme a voi dovrebbe esserci la finanza.contate le persone e controllate se dichiarano il giusto (non dico tutto ma almeno che dichiarino il 50 per cento)la droga e gli spacciatori arrestateli insieme a molti gestori permessivi.agli ubriachi e drogati levategli le chiavi delle macchine.questo e’ il mio umile pensiero e bene e bravi voi forze dell’ordine.ricordate che noi (io e i miei amici) siamo con voi tutori dell’ordine.pietro commento inviato il 31-07-2009 alle 09:39 da pietro Anche se le mie idee politiche sono dalla parte opposta di quelle di Roberto Rugolotto, concordo pienamente con quanto ha detto.

Fonte:
http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=67762&sez=NORDEST

MANIFESTAZIONI – Rosignano, 24/07/2009 10:00Amedeo Magnaghi nella Fiction Terapia d’urgenza – Film con GreggioAmedeo Magnaghi, 9 anni, di San Martino di Rosignano, sarà tra gli interpreti principali questa sera venerdì 24 luglio, alle 21, su Rai Due nella fiction televisiva Terapia d’urgenza ambientata nel pronto soccorso di un ospedale milanese.

Elia è frutto di alcune esperienze cinematografiche e televisive e dalla sua passione per la recitazione che da due anni è curata con entusiasmo e professionalitàd a Maria Paola Casorelli direttrice artistica e didattica della scuola comunale di danza e recitazione di Casale Fondazione Teatro Nuovo.

Amedeo ha frequentato la scuola nel corso di recitazione con la sorella Carmela ed entrambi hanno partecipato a spettacoli teatrali allestiti a Casale.Amedeo era entrato anche nel cast di Torno a vivere da solo con Jerry Calà (scorso Natale) e ha partecipato a “Occhio a quie due” con Ezio Greggio che uscirà in autunno nelle sale cinematografiche l.a.

Fonte:
http://www.ilmonferrato.it/news.php?newid=acc095de78ffee0d292fb83172abe4f8